Racconti di vita e percorsi di conoscenza

Lo story telling è una pratica ormai consolidata e considerata efficace perché una storia è più facile da capire e ricordare di una spiegazione, perché usa le stesse strategie che gli esseri umani usano per dare significato a quanto hanno intorno, perché mantiene sullo stesso piano il linguaggio quotidiano e il linguaggio proprio delle discipline. In questa scheda lo story telling è considerato in una triplice valenza:

  1. come strumento di auto-riflessione per le persone per la costruzione di significati interpretativi del proprio percorso di vita e di restituzione, in continuità con il lavoro portato avanti nei gruppi di riflessione critica e di mediazione penale
  2. come strumento di riflessione per persone che trovano elementi comuni con le storie narrate, attraverso un processo di identificazione e di adesione ai messaggi proposti
  3. come strumento di comunicazione e diffusione  delle esperienze di giustizia di comunità narrate alla comunità e da cui la comunità stessa possa acquisire una cultura in cui possano trovare spazi anche i nuovi paradigmi di giustizia e una loro percezione di giustizia giusta, al pari di quella scontata in carcere.